La Lanterna di Diogene ospite al Mercato della terra di Imola

mercato terra 18 IMG_9417
Pronti per venerdì ? Il Mercato della terra di Imola torna (il 22 agosto dalle 18 alle 22.30 come sempre in viale Rivalta) dopo la pausa di Ferragosto e sui banchi dei nostri agricoltori arrivano le nuove colture di stagione: i pomodori da conserva biologici, le prugne, gli ultimi cocomeri e le prime zucche violine e zucche spaghetto, le patate di diverse varietà. Ospite speciale di questa edizione l’aceto balsamico tradizionale di Modena.Un mercato da Mangiare
lanterna
Oltre a poter assaggiare ai tavoli la spesa fatta al Mercato dai produttori, per l’occasione cucinerà il gnocco fritto al momento la Lanterna di Diogene di Bomporto che presenterà anche il suo aceto balsamico tradizionale. La Lanterna è una coop sociale nata per far lavorare i ragazzi disabili del centro collegato la Lucciola. La cooperativa è nata nel 2003 con l’orto, il vigneto, il frutteto, la fattoria e l’acetaia di aceto balsamico tradizionale. Dal 2006 il frutto di questo lavoro è diventata la materia prima per l’osteria, che da subito è entrata nella guida Osterie d’Italia Slow food. Con il terremoto la struttura che ospita i ragazzi disabili la Lucciola ha subito gravi danni e da allora il lavoro dell’osteria è servito anche per le opere di risistemazione e il mantenimento dell’accoglienza dei giovani che qui arrivano dal Modenese e non solo. Al Mercato della terra di Imola Giovanni Cuocci e i ragazzi della Lanterna porteranno la loro grande allegria, il loro gnocco fritto al momento e il loro aceto balsamico tradizionale, prodotto di pregio che arriva per la prima volta al Mercato della terra di Imola.

Invitiamo come sempre tutti i frequentatori del Mercato a fare la raccolta differenziata utilizzando gli appositi eco point installati al Mercato della terra da Hera.

Al Mercato anche la musica è davvero buona
almadira
Venerdì sotto la volta della fontana del mercato suonerà il duo Almadira. Almadira, in dialetto riminese sono i frammenti di legno portati a riva dal mare. Il duo è composto da Giulio Cantore alla chitarra e voce e Stefano Fabbri alle percussioni. Propongono composizioni originali e canzoni “che hanno il sapore del flamenco, con suoni provenienti da oriente e dall’ Africa”.
I produttori presenti all’edizione di venerdì 22 agosto sono:
Vivaio Gabriele Bertuzzi, fiori recisi di stagione
Orti alati, verdure dell’orto
Birrificio Valsenio, birra artigianale e anche biologica in bottiglia e alla spina
Azienda agricola Valsellustra, formaggi di pecora stagionati e ricotta
Azienda agricola Ragazzini, salumi bio e di mora romagnola
Azienda agricola Zecchinelli, pane casereccio a pasta madre, i cereali biologici, le farine e il formaggio di mucca
Azienda agricola La Montanara di Nerio Cassani, frutta di stagione, ortaggi, passata, confetture e verdure sottovetro, vino bio
Apicoltura Betti, con il miele
Azienda agricola Chiara Boschi, succhi di pesca, marmellate e pesto biologici, pesche
Azienda agricola Daniela Taroni, frutta e verdure biologiche
Angolo del gelato, con i gusti dei Presidi Slow food
Fattoria romagnola, con ortaggi e piadina romagnolaSconti ai soci Slow Food
Essere soci Slow food conviene! I produttori del Mercato della terra offrono infatti uno sconto che varia dal 5 al 10% a chi si presenta a fare la spesa con la tessera 2014 valida. Associarsi a Slow food costa 25 euro per un anno, 10 euro per chi ha fino a 30 anni, ci si può associare on line sul sito www.slowfood.it, oppure direttamente al banco della Condotta sempre presente al Mercato della terra di Imola, dove si possono anche trovare le borsine di tela del Mercato.
La Lanterna di Diogene ospite al Mercato della terra di Imolaultima modifica: 2014-08-19T21:29:34+02:00da lora71
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento